L’arte di ficcare! O originali opere di Marcus Levine

Succede molto spesso a gente dell’arte impiegare le cose consueti in posti insoliti. Cosi scultore di Yorkshire Marcus Levine adopera i chiodi per esprimere le sue idee. Ad ognuna installazione la quantità di chiodi fluttua da 3000 a 50000. Potete immaginarvi come lo "amano" vicini di casa sua.

"Alba e tramonto illuminano installazioni in modo particolare e l’ombre fanno contrasti, cambiando raffigurazione. A volte può avere aspetto di un dipinto fatto con matita, a volte fatto con pezzo di carbone", sta spiegando Marcus Levine.

"Spesso succede i tagli o prendere la botta da martello ai diti, cosi che mi abbastanza soffro per l’arte", sorride l’autore. L’arte richiede le sofferenze, ogni tanto macchiati diti, ogni tanto nervosismo dei vicini di casa.

Importante che nella storia dell’arte entrano splendenti installazione dell’autore creativo. Al fine del marzo i suoi operi si può vederli su esposizione Cork Street in Londra (guardare video sotto foto).





Commenti

Annullare