Una casa di Anversa

Un fabbricato ad uso abitativo si rizzò in una viale stretta al centro di Anversa (Belgio). Prospettando Nord, si accomodò sul una aria di 4 per 15 metri e diventò un noto segno di introduzione del moderno nell’architettura tradizionale della città.

Un frontespizio di vetro, che esplicita il interno del nuovo edificio, si raffigura molto risaltante presso a residenze consueti a quattro piani che guardano la città attraverso finestre socchiuse a davanzali larghi, in modo sopirsi.

La casa fu costruita da Britt Crepain e Stefan Spaens di studio CSD Architecten per loro stesse, per ciò è stato implicato tutto quanto che era attraente e confortevole.

La dimora si caratterizza di sua massimale trasparenza e situazione delle camere in modo svincolato a diversi livelli di tutti quattro piani e anche di libero accesso per luce a tutti stanze e scalinate, ringraziando al tetto e muri fatti di vetro.

Il spazio abitativo, che occupa tre piani, consiste di libreria, studio, cucina, stanza da pranzo. Tutti mobili, funzionalmente e esteticamente, sono rientrati armonioso nell’interno della casa. Perché ogni oggetto fu stato sviluppato da Britt Crepain, persino le porte in vetro e altri dettagli.

Giù, c’è una scantinata con dispensa e garage per macchina. Su, situato un soggiorno che attrezzato di un focolare. Da quella sala si può accedere alla terrazza da dove si apre bel panorama della città.

Il patrocinatore pubblicitario www.winnvolkswagen.com





Commenti

Annullare