Una musica in legno da Michael T. Rea

Michael T. Rea è un artista americano che per destino ha cambiato il suo mestiere, cioè si appropriò un altro tipo d’arte quello di scolpire. Oggi egli crea le sculture in legno sia fantastiche che realistiche; che cosa è molto interessante che si fanno al tutta altezza, indipendentemente da che cosa di sé si presentano: armi, scafandri spaziali, un collezione di strumenti musicali.

La passione per la scultura grande all’inizio ha portato a che l’artista era costretto a dormire dentro un armadio: fu unico posto, in suo piccolo appartamento di Chicago, libero di prefabbricati, segatura, pezzi pronti. Al oggi maestro ha un grossa studia dove, al proposito, esposti tutti suoi capolavori di legno.

Michael T. Rea, per scherzo, si chiama "discendente di Papa Carlo"; cosi verosimili si riescano suoi idoli di legno; se quello è una mitra di Calashnicov è una copia precisa in piccolissimi dettagli, se un cannone, presso è un proiettile. L’artista ha creato anche scafandro proteso per il suo mito, un fisico insigne Stephen William Hawking seppure non servirà al Lui.

Ma particolare attenzione bisogna prestare ad una collezione di strumenti musicali con quali si può armare una banda di rock musicisti. Da sotto della pialla di Michael T. Rea sono usciti amplificatori, chitarre, tastiere, batteria di tamburi e anche tamburini e sassofono per completare.

Ma dubbio che il vero musicista sarà interessato di quei dispositivi. Dopo tutto, nonostante, il fatto che questa è vera arte e strumenti fatti a grandezza naturale, suonare su di loro è impossibile.





Commenti

Annullare