Una panchina amaca Siesta bench

Come sempre dopo pasto viene voglia di riposare un po’: sollevare i piede e mettergli al comodo su un tavolo oppure su un pouf, chiudere occhi e ritirarsi completamente per qualche istante dal mondo esterno, dal suoi stimoli, dimenticare di sua esistenza, ameno che, se si decide far passare il tempo dopo pasto stando nel cortile, e più conveniente buttarsi su una panchina amaca di nome Siesta bench.

L’autore di quella amaca è un designer insigne, un italiano Emanuel Magini. Egli è ammiratore delle cose semplici e un’altra volta è riuscito ad abbinare il piacere e l’utilità e lo fatto senza tanta fatica. A molti pareva che idea della panchina amaca era risaltata e chiedevano a sé stesse: perché non sono io chi ha progettato quel mobile da giardino?

Di resto, oltre al giardino, con Siesta bench si può arredare una terrazza oppure una camera da rilassamento in ufficio. Si può scommettere che si trovano molti a chi piacque stare qualche minuto sul essa.

La panchina Siesta bench e stata progettata al commissione di una azienda italiana Campeggi.





Commenti

Annullare