Yoav Reches. Allacci la sua panca

Io conosco tanta gente che in sua infanzia era matta di puzzle e rompicapi, e gli preferiscono anche adesso. Si può soltanto immaginare come sarebbe felice abbia un presente di un progetto di disegnatore Yoav Reches esposto a Milano presso il Salone 2010.

Yoav Reches. Allacci la sua panca Yoav Reches. Allacci la sua panca
Allacci la sua panca Allacci la sua panca

Questo è “Roap Bench”, cioè una panca a una corda. Il dato mobile consiste di poco attraente pezzi di compensato e una matassa di corda di seta. Durante l'assemblea si fissa l'estremo di corda e poi si prosegue con quella corda nei solchi, molto simili a quelli fatti da tarli, scavati nel superficie di componenti, si tira la corda, e ecco, si rizza la panca.

Yoav Reches. Allacci la sua panca Yoav Reches. Allacci la sua panca
Allacci la sua panca Allacci la sua panca

Striminzita dalla corda la panca regge molto bene, tra altro anche si smonta facilmente. Cioè siete stanchi di sorprendere, con questa originale idea, i vostri ospiti, basta snodare la corda e tirarla, e fatta, poi si nascondono i pezzi e la corda che assomigliassero quotidianità di un mozzo navale.

Salone del mobile 2010 Milano Salone del mobile 2010 Milano
Salone del mobile 2010 Milano Salone del mobile 2010 Milano

Si acquistano questi strani mobili, un tavolino o una panca, per buon umore. Immaginatevi, quanti numeri di scherzi si può inventare su questa tema. Per esempio: “Date mi presto una corda, un sapone e un compensato!” oppure “Un vagamento di corda”. Potete esercitarvi in argutezza.





Commenti

Annullare